Sign In

Spezieria dell’Angelo Custode. Legislazione per l'apertura di una nuova bottega dello speziale nella Bologna seicentesca, di Paulina Oszajca

Guardian Angel pharmacy. The legislation for opening a new pharmacy in the 17th century Bologna, by Paulina Oszajca

L'articolo si concentra sui regolamenti e le esigenze riguardanti l'apertura di un negozio di farmacia a Bologna. Descrive tre istituzioni coinvolte in passato nella supervisione farmaceutica, cioè l’Arte degli speziali, il Collegio di Medicina e il Protomedicato. 
A partire dal Medioevo, il dovere di controllare le farmacie si basava sull’Arte degli speziali. Nel corso del XVI secolo la sorveglianza sugli speziali fu trasferita ai medici associati all'interno del Collegio di Medicina. I suoi membri furono eletti come rappresentanti del Protomedicato, un'istituzione istituita dal papa soprattutto per supervisionare le professioni mediche. Le competenze del Protomedicato e dell’Arte, che si intromettevano continuamente, resero l'intero processo di avvio di una nuova attività molto più complicato. La dimostrazione deriva da un esempio di Pompeo Zoli (o Zolli), vissuto nella seconda metà del XVII secolo, quando tutte le istituzioni di supervisione erano completamente sviluppate. Le sue lettere inviate al Protomedicato e altri documenti provengono dall'Archivio di Stato di Bologna.​
​The article focuses on the regulations and requirements concerning the opening of an apothecary shop in Bologna. It describes three institutions involved in a pharmaceutical supervision in the past, that is the Apothecaries’ Guild, the Medical College and the Protomedicato Office. Starting from the Middle Ages, the duty of controlling pharmacies rested on the Apothecaries’ Guild. During the 16th century the surveillance over apothecaries was transferred to physicians associated within Medical College. Its members were elected as representatives of the Protomedicato, an institution set up by the pope especially to supervise all medical professions. Protomedicato and the Guild competencies, continually encroaching upon each other, made the whole process of starting a new business much more complicated. It was showed and explained on an example of Pompeo Zoli (or Zolli), living in the 2nd half of the 17th century, when all supervising institutions were fully developed. His letters sent to the Protomedicato and other records came from the State Archive of Bologna.


Indietro
UNIFARCO S.p.A. VIA CAL LONGA, 62 32035 SANTA GIUSTINA (BL) - ITALY
CF e Partita IVA 00595530254 - Capitale sociale € 1.000.000,00 I.V.
Iscritta al Registro Imprese di Belluno al n. 58982
Privacy policy e cookie

Unifarco per la Cultura