Sign In

Oro Liquido, storia dell’uso terapeutico del miele in Polonia, di Paulina Oszajca

Liquid gold, history of the therapeutic use of honey in Poland, by Paulina Oszajca

​​L'articolo è dedicato alla storia degli usi nutrizionali e terapeutici del miele e dei suoi derivati in Polonia. I documenti polacchi più antichi menzionano il miele come una delle principali ricchezze naturali del paese, coperto principalmente da boschi, prati e pascoli. Le condizioni naturali così favorevoli hanno portato a un rapido sviluppo dell'apicoltura. Gli apicoltori tenevano le api in alveari di legno fatti a mano o raccoglievano il miele di api selvatiche, semi-selvatiche o domestiche nelle foreste. L'ultimo metodo era molto popolare nell’Europa centrale e orientale ed è stato praticato fino alla fine del 19° secolo. Il miele raccolto veniva usato per realizzare molte preparazioni mediche, come i mieli medicati chiamati "Mellita" e usati per curare malattie oftalmologiche e polmonari, debolezza e ferite varie. Alcune delle proprietà curative del miele, ad es. proprietà antibatteriche e cicatrizzanti, sono ancora utilizzate nella medicina moderna. Altrettanto importante era l'uso del miele a scopo nutritivo. Particolarmente popolare era una bevanda prodotta dalla fermentazione del miele (idromele), consumata in grandi quantità in Polonia. L’idromele, considerato la più antica bevanda alcolica dei paesi del Centro e del Nord Europa, dove per condizionamenti climatici la coltivazione della vite e la produzione di vino erano impossibili, veniva elogiato e utilizzato anche per le sue proprietà medicinali.

​The article presents the history of nutritional and medical uses of honey and its derivatives on in Poland. The oldest polish documents mention honey as a main natural wealth of the country, covered mainly with forest, meadows and pastures. Such favorable natural conditions resulted in rapid development of beekeeping. Beekeepers were keeping the bees in man-made wooden beehives or collecting the honey of wild, semi-wild or domestic bees in the forests. The last method was very popular in Central and Eastern Europe and has been practiced till the end of the 19th century. Collected honey was used to produce many medical preparations, like medicated honeys called "Mellita" and used to treat ophthalmological and pulmonary diseases, weakness and variety of wounds. Some of curative properties of honey e.g. antibacterial and wound-healing properties are still used in modern medicine. Equally popular was nutritive use of honey. Especially popular was fermented honey drink (mead), consumed in large quantities in Poland. Mead, considered to be the oldest alcoholic beverage of the countries of Central and Northern Europe, where, due to climatic reasons, grapevine cultivation and wine production was impossible, was praised and used also for its medicinal properties.



Indietro
UNIFARCO S.p.A. VIA CAL LONGA, 62 32035 SANTA GIUSTINA (BL) - ITALY
CF e Partita IVA 00595530254 - Capitale sociale € 1.000.000,00 I.V.
Iscritta al Registro Imprese di Belluno al n. 58982
Privacy policy e cookie

Unifarco per la Cultura