Sign In

Il Corredo “instrumentario del laboratorio di Chimica e Farmacia” nella Libera Università di Ferrara all’indomani dell’Unità d’Italia, di Marco Cordioli, Grazia Zini, Chiara Beatrice Vicentini

The “instrumentaria” of the Chemistry and Pharmacy laboratory of the Free University of Ferrara in the days after the Italian unification, by Marco Cordioli, Grazia Zini, Chiara Beatrice Vicentini

​L’articolo riporta una ricerca sugli strumenti scientifici del laboratorio di Chimica e Farmacia dell’Università di Ferrara alla fine dell’Ottocento, subito dopo la formazione del Regno d’Italia. Come fonte primaria di riferimento è stata utilizzata la relazione “Notizie storiche sulla Università Libera degli Studi di Ferrara” (Biblioteca Ariostea di Ferrara), redatta nel 1873 dal Rettore Efisio Cugusi Persi, che elenca gli strumenti acquistati per la modernizzazione del laboratorio nel 1865 e fornisce molte altre informazioni. A partire da questo report sono state effettuate ricerche nelle banche dati dei musei locali e nazionali e nelle collezioni dell’Università degli Studi di Ferrara con l’obiettivo di presentare le caratteristiche, gli usi e la storia degli strumenti descritti nella relazione e confrontarli con le apparecchiature ora presenti nel Sistema Museale di Ateneo.
Grazie ai documenti rinvenuti negli archivi dell’Accademia delle Scienze di Ferrara, abbiamo inoltre potuto ricostruire anche le biografie dei docenti universitari e dei loro campi di ricerca, in modo da contestualizzare la strumentazione di laboratorio dell’epoca.
Per tracciare le caratteristiche della strumentazione, le ricerche bibliografiche sono state approfondite e dettagliate su testi, manuali, cataloghi dell’Ottocento. Da segnalare l’“Enciclopedia di Chimica” di Francesco Selmi del 1868 (Fondo di Chimica dell’Università di Ferrara), i Cataloghi di Pike del 1856 e il "Manuale di Chimica Analitica Inorganica Qualitativa e Quantitativa" di Giuseppe Orosi del 1871.

​The article reports a research regarding the scientific instruments of the Chemistry and Pharmacy laboratory of the University of Ferrara at the end of the nineteenth century, right after the formation of the kingdom of Italy. As primary reference source was utilized the report “Notizie storiche sulla Università Libera degli Studi in Ferrara” (Biblioteca Ariostea di Ferrara), written in 1873 by the Rector Efisio Cugusi Persi, that lists the instruments purchased to modernize the laboratory in 1865 and gives many other related information. Starting from this script, researches have been made in the databases of local and national museums and in collections of the University of Ferrara with the aim of presenting the characteristics, uses and history of the instruments described in the report and comparing those with the apparatuses now present in the University Museum System.
Thanks to documents found in the archives of the Academy of Sciences of Ferrara, we were also able to reconstruct also the biographies of the university teachers and their fields of research, in a way that was possible to contextualize the laboratory instrumentation of that time.
To trace the characteristics of the instrumentation, the bibliographic researches were deep and detailed on texts, manuals, catalogues of the nineteenth century. Noteworthy were the Francesco Selmi’s Encyclopedia of Chemistry written in 1868 (Fondo di Chimica dell’Università di Ferrara), the Pike’s Catalogues written in 1856 and the Giuseppe Orosi’s Manual of Qualitative and Quantitative Inorganic Analytic Chemistry written in 1871.



Indietro
UNIFARCO S.p.A. VIA CAL LONGA, 62 32035 SANTA GIUSTINA (BL) - ITALY
CF e Partita IVA 00595530254 - Capitale sociale € 1.000.000,00 I.V.
Iscritta al Registro Imprese di Belluno al n. 58982
Privacy policy e cookie

Unifarco per la Cultura